CORSI DISPONIBILI - Igiene alimentare (HACCP)

Legionella: come prevenire il rischio, come gestirlo
Cod. S19EBTU
Durata corso: 4 ore
  • Presentazione del corso.
  • Informazioni generali, habitat, esposizione e trasmissione, fattori di rischio.
  • Epidemiologia della Legionellosi.
  • Leggi e Norme in Italia.
  • Leggi e Norme all'estero.
  • Impianti a rischio di contaminazione:

– Torri di Raffreddamento.

– Impianti Aeraulici.

– Impianti idrosanitari.

  • Metodi di controllo della contaminazione negli impianti:

– Informazioni generali.

– Regolamento Biocidi 528/2012.

– Tecniche di disinfezione (Shock Termico, Clorazione, Biossido di Cloro, Perossido d'Idrogeno e Argento, Ozono, Monoclorammine, Ionizzazione Rame-Argento, Radiazione UV, Ultrafiltrazione.

– Confronto tra le tecniche.

  • Manutenzione degli Impianti Idrici e Aeraulici:

– Impianti idrosanitari e aeraulici.

– Impianti di raffreddamento.

  • Il Rischio associato all'attività' professionale.
  • Redazione del Protocollo di Controllo del Rischio Legionellosi: esempio documento.
  • Confronto con i partecipanti e quesiti.
Corso base in materia di igiene degli alimenti – comparto agricolo e prodotti non deperibili
Cod. IG3EBTU
Durata corso: ORE 4

Cenni di microbiologia, microrganismi patogeni, tossinogeni, indicatori; Azione sui microrganismi della temperatura, dell'acqua, del pH.; Brevi cenni sulle principali malattie trasmesse con gli alimenti.

Le buone pratiche di lavorazione (GMP); igiene delle strutture, delle attrezzature e della persona; Principi del sistema H.A.C.C.P.; L'individuazione e il monitoraggio dei punti critici di controllo; Compiti e responsabilità del personale addetto al monitoraggio; Procedure aziendali di autocontrollo; Procedure di pulizia e sanificazione (detergenti e disinfettanti); La prevenzione della contaminazione crociata.

Corso di aggiornamento in materia di igiene degli alimenti
Cod. IG2EBTU
Durata corso: ORE 6

Primo modulo (nozioni microbiologiche):    cenni di microbiologia; buone pratiche di lavorazione; i principi base dell'autocontrollo.

Secondo modulo (le buone pratiche di lavorazione): Cenni di normativa vigente (Legge 283/62e DPR 327/80 disciplina dell'igiene degli alimenti; Pacchetto Igiene; D.Lgs. 109/92 etichettatura; cenni di: Normativa verticale, Regolamenti UE, Delibere Regionali, Circolari ministeriali; L'attività di audit delle ASL.

Verifica finale.

Corso base igiene alimenti - (addetto alla vendita di alimenti deperibili e addetto alla manipolazione)
Cod. IG1EBTU
Durata corso: ORE 12

Primo modulo (nozioni microbiologiche): Cenni di microbiologia, microrganismi patogeni, tossinogeni, indicatori; Azione sui microrganismi della temperatura, dell'acqua, del pH.; Brevi cenni sulle principali malattie trasmesse con gli alimenti.

Secondo modulo (le buone pratiche di lavorazione): Le buone pratiche di lavorazione (GMP); igiene delle strutture, delle attrezzature e della persona; Alimenti deperibili e non deperibili; Cenni di tecnologia alimentare (il freddo, il calore, la salatura, la stagionatura, gli additivi, le radiazioni, il confezionamento in atmosfera protettiva).

Terzo modulo: (principi e metodi H.A.C.C.P., procedure aziendali di autocontrollo, la sanificazione, l'analisi del rischio): Principi del sistema H.A.C.C.P.; L'individuazione e il monitoraggio dei punti critici di controllo; Compiti e responsabilità del personale addetto al monitoraggio ; Procedure aziendali di autocontrollo; Procedure di pulizia e sanificazione (detergenti e disinfettanti); La prevenzione della contaminazione crociata; La separazione tra zona sporca e pulita; Esempi di analisi dei rischi nelle fasi di trasporto, conservazione, manipolazione, preparazione, e somministrazione dei principali alimenti utilizzati in ristorazione; Gestione delle non conformità.

Quarto modulo (quadro normativo, verifica finale): Cenni di normativa vigente (Legge 283/62e DPR 327/80 disciplina dell'igiene degli alimenti; Pacchetto Igiene; D.Lgs. 109/92 etichettatura; cenni di: Normativa verticale, Regolamenti UE, Delibere Regionali, Circolari ministeriali; Esempi pratici di etichettatura degli alimenti; L'attività di audit delle ASL; Riepilogo degli argomenti trattati.

Verifica finale.